La storia dell’innovazione

Il precursore:

Il social network Facebook ha origini nell’ottobre del 2003. Il suo ideatore Mark Zuckerberg, studente alla Harvard University, decide di creare un sito, chiamato “Facemash”, che permetta di visualizzare su internet le foto dell’annuario del college, dando così la possibilità ai visitatori di votare tra due studentesse. La piattaforma ottiene in poche ore 22.000 click mandando in cortocircuito il server dell’università e procurando a Zuckerberg una sospensione di sei mesi.

La creazione:

Solo nel gennaio 2004 lo studente di psicologia decide di registrare il dominio di “thefacebook.com” assieme ai colleghi Eduardo Saverin e Andrew McCollum che avevano aiutato alla creazione dell’algoritmo e ora si sarebbero occupati dell’organizzazione aziendale della pagina.Così il 4 febbraio del medesimo anno il sito internet viene aperto ufficialmente per tutti gli studenti universitari di Harvard. 

La svolta:

Visto l’immediato successo, l’accesso a Facebook viene allargato nei mesi successivi a tutti i più grandi college d’America fino a coprire tutto lo stato e il vicino Canada.

Sempre nello stesso anno viene fondata la “Facebook Inc.” e Sean Parker, cofondatore di Napster e consigliere di Zuckerberg ne diventa presidente.

Dato il successo e la rapida espansione della piattaforma arrivano anche le prime richieste di investimento, da parte di Paypal (10,2%) nel 2005 e di Microsoft (1.,6%) nel 2007. 

Sempre nel 2007 viene creata anche la “Facebook Platform” che permette a migliaia di sviluppatori esterni di creare nuove funzioni e applicazioni per il Social Network.

Nel 2011 Goldman Sachs entra a far parte di Facebook con un investimento di 450.000.000£ facendo così decidere a Mark di quotare la sua azienda in borsa il 18 maggio 2012. 

Grazie agli annunci pubblicitari, Facebook riesce a monetizzare e la compagnia inizia ad acquistare altre piattaforme digitali e startups, ne sono esempio Istagram (2012) e Whatsapp (2014).

“I always thought this was important – giving people the power to share and stay connected, empowering people to build their own communities themselves … While some doubted that connecting the world was actually important, we were building. While others doubted that this would be sustainable, you were forming lasting connections.We just cared more about connecting the world than anyone else. And we still do today.”

Oggi:

Facebook è la più grande piattaforma digitale mondiale con due miliardi di utenti attivi al mese e Zuckerberg, secondo Forbes, è l’ottavo uomo più ricco al mondo.

-I gruppi sociali pertinenti

Oggi Facebook viene utilizzato in tutto il mondo e da tutte le fasce d’età. La corte più attiva sul social è quella che va dai 24 ai 34 anni (6.6 milioni di utenti). Sebbene inizialmente la piattaforma era stata creata per i giovani, in particolare gli studenti, oggi questi sembrano i meno interessati al social network.

-l’impiego

Se originariamente le persone si iscrivevano a Facebook per rimanere in contatto con gli amici e condividere con loro foto e pensieri, storie ed emozioni; oggi la piattaforma a svariati utilizzi che vanno dalla politica all’ambito imprenditoriale. Il social è infatti utilizzato da stars, brand e aziende, politici e associazioni come interfaccia pubblica che permette la comunicazione di contenuti e la condivisione di informazioni in tempo reale per aggiornare costantemente e creare un legame diretto con le audience.

Le problematiche:

Fin dagli albori la popolarità della piattaforma ha scatenato varie controversie e problemi legali, come la causa con “ConnectU” o il più recente scandalo sulla privacy. 

Nel 2010 è uscito il film “The Social Network”, vincitore di 3 oscar che si ispira all’accusatorio libro, “The Accidental Billionaires”, pubblicato nel 2009 da Ben Mezrich.

Ancora oggi il dibattito pubblico si divide sulle varie implicazioni del software e delle policies adottate dall’azienda arrivando a tutti i vari scenari che si sono creati nella sfera sociale, psicosociale, politica e economica successivamente a Facebook.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...